TITOLO :   “Giornalisti in erba :   Raccordo con area di processo e obiettivi di processo di cui al RAV e PDM PRIORITA’ : Ridurre la variabilità fra le classi, garantendo eterogeneità dei livelli socio-economici e di profitto.                                                                            
AREA DI PROCESSO: AMBIENTE DI APPRENDIMENTO
OBIETTIVO DI PROCESSO:
Organizzare e potenziare attività laboratoriali e progettare percorsi di apprendimento in situazione.                                             
Il progetto è stato già svolto negli anni precedenti?                                      Si a.s. 2016/17 – 2017/18 

RESPONSABILE :   ins.te Zippo M. P.

DESCRIZIONE E PIANIFICAZIONE :Il nostro Istituto, nella costante ricerca di un dialogo aperto e flessibile con il suo territorio, intende saper cogliere aspetti di una realtà estremamente diversificata, realizzando i propri interventi secondo i bisogni di crescita dell’utenza.        Il RAV, redatto dal DS e dal Gruppo di Autovalutazione di Istituto, ha evidenziato alcuni punti di debolezza e criticità che richiedono azioni di intervento e di miglioramento attraverso diversi obiettivi di processo, tra cui quello di “Migliorare l’ambiente di apprendimento organizzando e potenziando attività laboratoriali mediante percorsi di apprendimento in situazione. Potenziare le capacità di osservazione e di analisi della realtà circostante degli alunni e sensibilizzare il loro spirito critico, basato sulla tolleranza e sul dialogo. Motivare e stimolare gli alunni alla scrittura mediante la creazione di un giornalino scolastico. Utilizzare le nuove tecnologie come opportunità per riproporre e rinnovare attività collettive, incrementandone l’aspetto cooperativo e comunicativo.” Nell’era tecnologica i ragazzi parlano poco e scrivono sempre meno, poiché lo sviluppo e l’ampliamento della parola è sviluppo anche del pensiero e della socializzazione in un contesto di interazione logica, critica, morale e interdisciplinare, nell’ambito del nostro Istituto si reputa necessario individuare degli strumenti che da una parte consentano all’alunno di liberare le proprie potenzialità e dall’altra di ampliare le proprie conoscenze. La costruzione di un giornale rappresenta una delle attività più avvincenti e coinvolgenti per gli alunni, allo stesso tempo una delle più ricche esperienze di potenzialità formative. Inoltre tale attività non può eludere la formazione tecnologica e linguistica L2. Per poter garantire univocità e uniformità nell’azione formativa in chiave positiva, il progetto, tramite l’attivazione di due laboratori, nell’ambito delle proprie competenze didattiche formative, e in continuità con le attività già in essere, ritiene utile realizzare un percorso formativo rivolto agli alunni delle classi IV e V. Tale percorso di articola in un ciclo di lezioni laboratoriali che investono la formazione informatica, linguistica e creativa.

FINALITA’ E OBIETTIVI:  Recuperare le abilità di base trasversali a tutte le discipline come lettura, comprensione e rielaborazione di un testo;
Stimolare la creatività e l’espressività degli studenti per permettere l’utilizzo delle proprie competenze in contesti multidisciplinari;
Favorire la lettura, la scrittura ed altre forme di espressione come processo comunicativo;
Promuovere attività di gruppo, sia di ricerca che di approfondimento autonomo su diverse tematiche;
Promuovere una propria identità culturale sul territorio;
Conoscere e saper utilizzare vari strumenti e linguaggi;
Implementare l’uso didattico del computer nel quotidiano;
Rendere visibili, documentabili e comunicabili il vissuto didattico degli alunni, dei docenti e dell’istituto;
Favorire lo sviluppo della competenza comunicativa anche attraverso l’uso integrato del codice verbale e del codice iconico – grafico;
Promuovere percorsi formativi più adeguati alle esigenze, ai livelli, ai ritmi ed agli stili di apprendimento dell’alunno;
Favorire negli alunni l’acquisizione di un corretto atteggiamento nei confronti della tecnologia multimediale;
Saper progettare, organizzare e portare a termine un lavoro;
Favorire il lavoro attivo e cooperativo degli alunni;

 DESTINATARI:                                                                                                           Tutti gli alunni della scuola, in quanto ognuno potrà contribuire con un proprio articolo o elaborato alla realizzazione del giornale;
I docenti di tutta la scuola che potranno suggerire ai propri alunni argomenti e contenuti su cui scrivere;
30 alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria che parteciperanno alle attività del progetto in orario extrascolastico come staff di redazione e come formazione all’utilizzo degli strumenti tecnologici.